AdPunctum – Metodo Feldenkrais®
tel +39 3485902168
Verona

Intervista Radio 60 70 80

Nicolò Todeschini nasce a Negrar, in provincia di Verona.

Terminati studi classici si trasferisce a Torino dopo essere stato ammesso alla prestigiosa scuola del Teatro Stabile di Torino, fondata dal Maestro Luca Ronconi. Il suo percorso artistico lo avvia allo studio del movimento attraverso intense lezioni di biomeccanica, Metodo Laban-Bartenieff, mimo corporeo… in un contesto che gli permette di sviluppare alcune importanti strumenti che si riveleranno fondamentali negli anni successivi. Soprattutto comincia a direzionare la propria attenzione verso la ricerca della libertà e della spontaneità delle azioni in risposta agli stimoli esterni. Verso cioè la ricerca di una naturalezza intesa come comportamento ‘secondo natura’, secondo quindi le doti e le caratteristiche intrinseche all’essere umano. Interessato a verificare come la presenza totale di se stessi nel proprio agire possa aumentare l’efficacia delle prestazioni riducendo lo sforzo.

È lavorando a Bari che viene per la prima volta a contatto con il Metodo Feldenkrais. Nel metodo di Moshe Feldenkrais trova perfettamente organizzato tutto ciò che stava cercando e si appassiona irrevocabilmente di questo metodo che permette di ‘imparare ad imparare’, sfruttando le possibilità offerte dalla neuroplasticità.

Si diploma quindi come insegnante del Metodo Feldenkrais seguendo il training quadriennale sotto la guida di Eilat Almagor, allieva prediletta di Moshe Feldenkrais e formatrice di fama internazionale. Con lei approfondisce la pratica del metodo cimentandosi in training avanzati rivolti a bambini con bisogni speciali, volti tra l’altro ad incrementare la flessibilità in contesti estremi di sviluppo cognitivo. Parallelamente alla sua attività di insegnamento rivolto ad allievi di tutte le età, attività e condizione fisica, continua incessantemente i suoi studi con alcuni dei più importanti insegnanti del metodo provenienti da tutto il mondo. È socio dell’Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais.

Decide inoltre di specializzarsi a Roma come educatore visivo del Metodo Bates, che segue gli studi avveniristici dell’oftalmologo americano William Bates, per approfondire come gli occhi e la vista incidano sulla libertà psico-emotiva, ricettiva e di organizzazione del movimento.

Attualmente è membro del consiglio direttivo di AdPunctum , associazione con sede a Pescantina, in provincia di Verona, di cui è anche tra i fondatori.

 

Liyu Jin nasce in Cina e nei primi anni ’80 si trasferisce in Italia, a Pisa, dove effettua tutti gli studi fino al conseguimento della laurea triennale con lode negli studi umanistici. E’ da sempre interessata ad indagare l’essere umano in tutti i suoi aspetti e questo già in giovane età la porta ad avvicinarsi al mondo Feldenkrais e al mondo dell’arte, incontrando maestri di spessore internazionale.

Decide di focalizzarsi nello studio del teatro, ma, durante gli anni in cui è allieva alla prestigiosa scuola del Teatro Stabile di Torino, si infortuna alla caviglia. In seguito all’incidente segue molte sedute di riabilitazione fisioterapica, rassegnata però al fatto di non riuscire a recuperare le prestazioni della caviglia di una volta: dopo poca attività, anche blanda, compresa una semplice camminata, questa si gonfiava creando sofferenza e limitazioni nel movimento. Indossando dei plantari molto correttivi riusciva comunque a contenere il dolore e a compiere più o meno le azioni della vita quotidiana, diventandone però dipendente. Decide allora di riavvicinarsi al Feldenkrais con un ciclo di lezioni sia di gruppo che individuali, recuperando il 100% della funzionalità della caviglia e, anzi, addirittura migliorando rispetto a prima dell’infortunio, liberandosi completamente anche dei plantari correttivi.

Da questa vicenda rimane sorpresa non tanto per il miglioramento fisico-corporeo, ma per la svolta nella prospettiva mentale: arrivata quasi alla rassegnazione, sentire concretamente la propria caviglia tornare in suo potere -cosa data dai medici come impossibile- le apre un mondo di possibilità nuove e sorprendenti. Verifica su se stessa come ciò che ci abituiamo a credere immutabile e irrealizzabile possa invece veramente e molto naturalmente cambiare e migliorare attraverso le meraviglie della neuroplasticità.

Decide così di intraprendere la strada per diventare insegnante Feldenkrais formandosi con l’israeliana Eilat Almagor, fra le più qualificate al mondo nel metodo, allieva diretta e vicinissima al creatore: Moshe Feldenkrais.

Dopo aver conseguito la certificazione come insegnante, continua ad aggiornarsi in Italia e all’estero con insegnanti di fama e valore internazionale, come Anat Baniel, fra le maggiori esperte dell’applicazione del metodo con bambini con bisogni speciali. Lavora dunque con bambini e adulti con provenienze e bisogni disparati: artisti, medici, donne in gravidanza, casalinghe, sportivi ecc., ma continuando a sperimentare in prima persona su se stessa il metodo per approfondirne sempre più la conoscenza.

Attualmente è membro del consiglio direttivo di AdPunctum, associazione con sede a Pescantina, in provincia di Verona, di cui è anche tra le fondatrici.