Psicoterapeuta Presidente dell’associazione Cerchio degli Uomini Brescia Esperto in Psicologia Giuridica

349 8388628

Intervista ” Radio 60 70 80″

INTERVISTA RADIO 60″ 70″ 80″ / APRILE 2016

Il Cerchio degli Uomini Brescia trae origine dall’esperienza del Cerchio degli Uomini di Torino, associazione attiva dal 1998 ed ormai profondamente radicata sul territorio e tra le istituzioni e le associazioni operative sui temi della violenza.

E’ un’associazione senza scopo di lucro, voluta da un gruppo di uomini che s’incontrano per condividere e comprendere esperienze, vissuti ed emozioni. Ci s’interroga sul maschile e sulla crisi di un modello patriarcale deteriorato e superato. Emerge il desiderio di costruire insieme alle donne e ai figli relazioni di rispetto, parità e libertà.

L’attività di condivisione è l’elemento centrale dei gruppi di auto-mutuo aiuto, cui può volontariamente e gratuitamente partecipare chi ha segnalato il proprio disagio allo “sportello telefonico” del Cerchio.

Ci proponiamo di promuovere un modello di relazione che non sia basato sulla prevaricazione dell’altro ma sul rispetto della libertà e responsabilità di ognuno.

Offriamo uno sportello telefonico per accogliere le richieste di aiuto di persone che sentono di avere difficoltà nelle proprie relazioni e che si accorgono di essere imbrigliati nel circolo vizioso della sopraffazione.

All’attività dello sportello telefonico si aggiunge quella dei gruppi di condivisione. Nei gruppi sono fondamentali alcune linee guida come: ascoltare senza giudicare, esprimersi in prima persona e attraverso i propri vissuti, non dare consigli, confrontarsi con i diversi orientamenti sessuali, coltivare il rispetto e la riservatezza, esercitare il confronto in modo assertivo e costruttivo.

Grazie al racconto delle esperienze personali, nei “Cerchi degli uomini” maturano sia la consapevolezza degli atteggiamenti di prevaricazione e violenza, sia l’affermazione del valore delle differenze e delle pari opportunità tra uomini, uomini e donne, culture, opinioni e religioni diverse.

Siamo impegnati anche nel portare nelle scuole la riflessione sulla qualità delle relazioni personali di ogni tipo, più o meno intime. Abbiamo incontrato ad oggi più di 700 studenti da quando abbiamo iniziato la nostra attività e sempre abbiamo riscontrato la feconda partecipazione delle ragazze e dei ragazzi che hanno contribuito con entusiasmo e curiosità a queste occasioni di confronto che ha permesso loro di dare voce ai bisogni relazionali spesso inespressi ma anche indebitamente agiti.

L’incontro con l’altro non può prescindere da una dimensione personale di maggiore consapevolezza del proprio vissuto emotivo e di quello che rappresenta una propria responsabilità, liberandoci da una dimensione confusiva di amore condizionato e di una libertà sull’altro invece che con l’altro.

“Per un maschile consapevole” è il motto del Cerchio degli Uomini; una consapevolezza che è più facile costruire insieme, spezzando quell’isolamento che impedisce a volte la visione di alternative più sane e soddisfacenti delle proprie dinamiche relazionali.

LETTERA DI PRESENTAZIONE

Sono laureato in Psicologia Clinica a Padova ma ho voluto concludere l’esperienza universitaria con una tesi sperimentale dal titolo “Correlati elettrofisiologici delle scelte economiche rischiose in soggetti con alta e bassa sensibilità alla ricompensa”, in cui ho indagato la relazione tra le emozioni e le scelte che siamo abituati a ritenere legate al solo raziocinio.

Il tirocinio post lauream in Psicologia Clinica e Psicologia Sociale presso l’Istituto per lo Studio delle Psicoterapie di Milano mi ha permesso di approfondire i temi delle basi epistemologiche della Psicoterapia e degli strumenti appropriati alla pratica terapeutica; i vari tipi di gruppi, con particolare attenzione ai gruppi familiari generatori di psicopatologia; infine l’adolescenza, nel suo svolgimento “normale” e in quello patologico o disfunzionale.

Grazie a uno stage nelle Risorse Umane nella sede italiana di una multinazionale del settore metallurgico ho fatto esperienza delle questioni psicologiche relative alle organizzazioni aziendali e alla formazione del personale.

Ho seguito il corso di Psicologia Giuridica presso l’Istituto di Psicologia Psicoanalitica di Brescia approfondendo i temi propri della Consulenza Tecnica psicologica e questa estate avrò concluso ilMaster in Psicodiagnostica Integrata presso l’Istituto Rorschach di Milano.

Sono specializzato in psicoterapia psicoanalitica relazionale alla scuola riconosciuta dal MIUR Il Ruolo Terapeutico di Milano. L’approccio del corso e il suo metodo si basano sia sulla conoscenza teorica e tecnico-scientifica, sia sull’addestramento delle competenze necessarie al terapeuta per entrare in una efficace relazione con il paziente all’interno del proprio ruolo e nella dimensione di un rapporto terapeutico; questo permette di offrire un accompagnamento personalizzato nel processo di assimilazione e interiorizzazione di tematiche della storia propria della persona sofferente e della sua identità, in un clima di profonda e competente comprensione emotiva.

Ho svolto il tirocinio di specializzazione presso l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Castiglione delle Stiviere dove dal 2008 pratico con colloqui terapeutici con i pazienti della struttura. Nello stesso periodo ho condotto attività volontaria al Consultorio Familiare di via Paganini a Brescia, dove conducevo colloqui terapeutici con pazienti che si rivolgevano alla struttura e ho partecipato ai gruppi di orientamento pre-adozione e di supporto a genitori adottivi.

Nelle relazioni d’aiuto la capacità professionale è in stretto rapporto con la condizione di benessere ed equilibrio psichico del terapeuta. Per questo ho intrapreso dal 2008 un percorso psicoanalitico personale e di supervisione ai casi che incontro nella pratica lavorativa.

Ho iniziato la mia attività professionale privata nel 2011 che conduco nel mio studio a Brescia enell’aprile 2013 ho fondato sempre a Brescia, insieme ad altri volontari l’associazione Cerchio degli Uomini, portando nella mia Provincia l’esperienza del gruppo torinese presente dal 1998 rivolto a una nuova definizione della dimensione maschile, pronto oggi a una nuova consapevolezza.  

——————-